Gestione scadenze dei dipendenti

Questa funzionalità si attiva con proprietà libera “AP_NET_GestioneDipScad” a livello generale.

La nuova gestione delle scadenze dei dipendenti è disponibili dal percorso di menù “Archivi” – “Dipendenti” – “Scadenze”. La maschera mostra la griglia di tutte le scadenze dei dipendenti per l’azienda selezionata.

Nella parte superiore della schermata è possibile selezionare diversi filtri per la visualizzazione delle scadenze. I filtri sono:

  • Codice Azienda
  • Codice dipendenti
  • dipendenti assunti in un periodo di tempo specificabile;
  • solo dipendenti in forza;
  • tipologia di scadenza (tipo evento) che si desidera visualizzare;
  • scadenze previste in un periodo di tempo specificabile.

In corrispondenza di ogni scadenza è possibile utilizzare l’icona della matita per visualizzare i dettagli della scadenza o per modificarla; utilizzare invece l’icona della “X” se si desidera eliminare la scadenza.

1 – Creare una nuova scadenza

Per generare una nuova scadenza cliccare il link “Nuova scadenza” posizionato nella parte superiore della maschera, quindi valorizzare i campi richiesti:

  • Dipendente: selezionare il dipendente per cui viene generata la scadenza
  • Data scadenza
  • ID scadenza: rappresenta la tipologia dell’evento della scadenza. Utilizzando la tendina è possibile selezionare una tra le tipologie già esistenti. La creazione di un nuovo tipo di evento può avvenire da: “Tabelle” – “Generali” – “Scadenze”.
  • Referente: persona che si occupa di gestire la scadenza
  • Appunti scadenza: campo per inserire dettagli relativi alla scadenza
  • Data evasione: data in cui viene evasa la scadenza.
  • Note evasione
  • Flag scadenza ricorrente: se la scadenza si ripete nel tempo è possibile spuntare questa casella, attraverso cui viene valorizzata, all’interno della stessa maschera, la scheda “ricorrenza”.

2 – Scadenza ricorrente

Se la scadenza viene definita come “ricorrente” (ripetibile nel tempo), all’interno della scheda “Ricorrenza”, è possibile scegliere il periodo entro il quale la scadenza sarà ricorrente e la tipologia di ricorrenza:

  • se giornaliera: è possibile scegliere la frequenza in giorni;
  • se settimanale: è possibile scegliere la frequenza in settimane e i giorni della settimana in cui deve essere ripetuto il preavviso;
  • se mensile (giorno del mese): è possibile scegliere la frequenza in mesi e il giorno del mese in cui deve essere mostrata la ricorrenza;
  • se mensile: è’ inoltre possibile, definita la frequenza in mesi, scegliere in quale giorno e settimana del mese ripetere la ricorrenza.

3 – Evasione scadenze

Le scadenze possono essere evase singolarmente o in modo massivo a seconda delle esigenze dell’utente:

  1. Evasione massiva: se più scadenze possono essere evase nello stesso giorno è possibile selezionarle (per selezionare più righe contemporaneamente, posizionarsi su una riga e tenendo premuto il tasto “Ctrl” della tastiera, selezionare le altre) e spuntare la casella in fondo alla schermata “Evadi tutte le scadenze alla data”, quindi impostare la data in cui vengono evase le scadenze.
  2. Evasione delle singole scadenze: spuntare la casella “Completato”. In questo modo verrà automaticamente valorizzata la data di evasione con la data corrente e, nel caso in cui la scadenza sia stata definita come ricorrente, si genererà la nuova ricorrenza.

Related Articles