Indennità di malattia in caso di quarantena da COVID-19: conguagli INPS

Introduzione normativa

Con il messaggio numero 3871 del 23 ottobre 2020, l’INPS ha diramato le istruzioni operative sulle modalità di conguaglio delle quarantene per Covid-19 da equiparare alle malattie indennizzate. Ad oggi sono considerati gli eventi di quarantena con prognosi conclusa entro il 30 settembre 2020.
Per la corretta gestione degli eventi nel flusso Uniemens, l’istituto ha rilasciato tre nuovi codici da inserire come copertura settimanale nell’elemento <CodiceEvento> di <Settimana>:

  1. MV6: DL n. 18/2020 – art. 26 comma 1 – Quarantena;
  2. MV7: DL n. 18/2020 – art. 26 comma 2 – Assenza dal lavoro per lavoratore disabile con terapie;
  3. MV8: DL n. 18/2020 – art. 26 comma 6 – Malattia accertata da COVID-19. 

Deve essere inoltre valorizzato l’elemento <DiffAccredito> con il valore della retribuzione “persa” a motivo dell’assenza e, come elemento aggiuntivo <InfoAggEvento>, il codice PUC (protocollo univoco del certificato) seguito dalla valorizzazione dell’attributo “TipoInfoAggEvento” con il codice “CM” (certificato medico). Per il periodo oggetto di conguaglio è inoltre prevista la compilazione del calendario giornaliero.

Ai fini del conguaglio delle indennità anticipate relative agli eventi sopra citati introdotti a partire dal periodo di competenza dicembre 2020, dovrà essere valorizzato l’elemento che assume valenza contributiva secondo le seguenti modalità:

  • Elemento <CodiceCausale> : indicare il codice causale definito per il conguaglio, relativo allo specifico evento:
    1. S116 (evento MV6), avente il significato di “DL n. 18/2020 – art. 26 comma 1 – Quarantena;
    2. S117 (evento MV7), avente il significato di “Quarantena – DL n. 18/2020 – art. 26 comma 2 – Assenza dal lavoro per lavoratore disabile con Terapie;
    3. S118 (evento MV8), avente il significato di “DL n. 18/2020 – art. 26 comma 6 – Malattia accertata da COVID-19;
  • Elemento <IdentMotivoUtilizzoCausale>: indicare il codice PUC (Protocollo Unico Certificato);
  • Elemento <AnnoMeseRif> : indicare l’AnnoMese di riferimento della prestazione anticipata al lavoratore e conguagliata, ossia la competenza in cui sono interventi gli specifici eventi esposti in Uniemens;
  • Elemento <ImportoAnnoMeseRif>: indicare l’importo della prestazione conguagliata, relativo alla specifica competenza.

Modalità operative

L’INPS fornisce un flusso contenente le informazioni necessarie ad individuare i casi da conguagliare. 

E’ necessario importare il flusso e, successivamente, inviare l’Uniemens contenente le modifiche alle coperture settimanali e giornaliere come da istruzioni. Dal punto di vista operativo si procede come segue:

  1. Dal menù “Pratiche” – “Denunce/Versamenti” – “Inps” – “Archivio  modello Uniemens Dip. (Rettifiche  su indicazioni Inps)” – comando “Acquisisci flusso“, si procede con l’acquisizione in paghe del flusso ricevuto dall’Inps contenente i nominativi da variare. Si seleziona il file da acquisire e l’anno e il mese in cui denunciare la rettifica. Il mese della denuncia in cui confluiranno i dati deve essere preventivamente stabilito, una volta selezionato e importato il file questo non sarà più modificabile.
    Il campo “Genero gli archivi provvisori (da completare a cura dell’utente)” viene attivato a standard e, in questo modo, in fase di acquisizione vengono generati gli archivi (descritti al punto successivo) visibili selezionando nella maschera principale lo stesso periodo impostato in Anno e mese rettifica.
    E’ possibile solo importare il file e generare gli archivi in un secondo momento.
    ATTENZIONE: come specificato dallo stesso ente attraverso il canale del Supporto Tecnico, vengono presi in considerazione SOLO gli eventi non inferiori a sette giorni.
  2. Dopo aver acquisito il file e generato l’archivio è possibile, dalla maschera principale, consultarlo ed esportarlo in excel. Cliccando su uno dei nominativi dell’elenco si apre l’archivio Uniemens specifico della rettifica contenente le informazioni che verranno inviate contestualmente al flusso Uniemens del mese ordinario. Sono presenti cinque distinte sezioni:
    • Generale: sono presenti i dati anagrafici e l’anno e mese di rettifica;
    • Dati Inps: contiene il dettaglio di quanto presente nel flusso Inps importato;
    • Giorni: contiene il dettaglio delle giornate del periodo interessato valorizzate come da istruzioni;
    • Settimane: contiene le coperture settimanali con i nuovi codici;
    • InfoAggContrib: contiene il codice conguaglio, il codice PUC e l’importo da conguagliare.
      E’ consigliabile verificare le date di competenza del periodo (importate da file) per analizzarne eventuali discordanze con quanto presente già a sistema. Se necessario, procedere con eventuali modifiche manuali a livello date eventi (sez. Dati Inps date “dal/al”) con la possibilità di escludere un record completo (flag “escludi”). In questo caso è necessario rigenerare i dati con il comando “Genera dati per flusso Uniemens” così da valorizzare correttamente il nuovo archivio “Giorni”. 

  3. Inserire nell’archivio voci totali azienda (specificando nell’apposito campo l’iddip di riferimento) una delle seguenti voci di nuova istituzione a seconda del caso:
    • 1S01: Conguaglio Quarantena COVID-19;
    • 1S02: Conguaglio Assenza Lavoratore con terapie COVID-19;
    • 1S03: Conguaglio Malattia accertata da COVID-19;
      Tali voci sono utili a generare il credito in DM10 con codice S116, S117 o S118

  4. Inserire inoltre all’interno del cedolino del dipendente di riferimento la voce “025B – Rest.ind. mal. c/Inps – E775 con indicazione dell’importo conto Inps degli eventi Covid che si stanno conguagliando, ponendo particolare attenzione agli importi indicati. In questo modo, in fase di creazione dell’Uniemens, sul DM10 aziendale verrà inserito il codice a debito E775.

  5. Creazione flusso telematico: gli archivi elaborati verranno esportati con il flusso Uniemens del mese ordinario coerentemente con quanto indicato nell’anno e mese rettifica. La procedura effettua l’unione dei due archivi (archivio Uniemens ordinario e archivio Uniemes dati rettifica) in modo automatico.

 

 

Related Articles