La denuncia di infortunio

La funzionalità per la gestione della denuncia di infortunio è soggetta a licenza ed è presente sia nel programma Paghe, raggiungibile dal percorso “Pratiche” – “Eventi” – “Denunce di Infortunio”; sia dal programma Risorse Umane, raggiungibile dal precorso “Sicurezza” – “Infrazioni/Infortuni” – “Denunce di Infortunio”.

Dalla maschera “Denunce Infortunio” è possibile consultare tutte le pratiche già create filtrando per periodo, azienda, filiale o dipendente, crearne di nuove o generare il file telematico delle stesse:

  • Per visualizzare una pratica già creata fare doppio click all’interno della pratica.
  • Per creare una nuova pratica selezionare il dipendente per il quale verrà creata, quindi cliccare “NUOVA”
  • Per generare il file telematico della denuncia di infortunio, selezionare la pratica, quindi cliccare “CREA FILE”.

La denuncia di infortunio è composta da diverse sezioni che verranno analizzate di seguito.

Denuncia

Nella sezione della denuncia vengono compilati i dati generali. In particolare, la denuncia infortunio viene compilata con la data corrente che può essere variata dall’utente. L’inserimento della denuncia crea subito una pratica di infortunio.

Datore di lavoro

La procedura valorizza i campi con i dati relativi all’azienda già presenti all’interno dei seguenti archivi:

    • “anagrafica azienda”,
    • “inquadramento azienda”,
  • “rappresentante legale”
Unità produttiva

La procedura valorizza i campi con i dati relativi all’unità produttiva impostata all’interno dell’archivio “Anagrafica filiali”.

Lavoratore

La procedura valorizza i campi relativi ai dati del dipendente già presenti all’interno degli archivi “Anagrafica dipendente” (generalità, contatti, indirizzo di residenza, …)

Inquadramento

La procedura valorizza i campi relativi ai dati del dipendente già presenti all’interno della posizione contributiva INAIL del dipendente (i dati sono contenuti nella pagina “Inail/Altre assic.”).

Il settore CNEL e la categoria CNEL vengono valorizzati se sono stati compilati i campi “settore contratto” e “categoria CNEL” presenti in “Tabelle” – “Contrattuali” – “Contratti”. Se il dipendente deroga alla categoria CNEL del contratto a cui appartiene, il dato deve essere inserito anche a livello dipendente all’interno della posizione contributiva INAIL (sempre all’interno della pagina “Inail/Altre assic.”).

Evento

questa sezione dovrà essere compilata a cura dell’utente che provvederà a descrivere le dinamiche dell’infortunio. L’evento è composta da altrettante sottosezioni:

    • Data, ora e luogo: dati relativi al momento e al luogo dell’infortunio
    • Altri dati: dati relativi all’evento (es. fascia oraria lavorativa, data/ora abbandono lavoro, giornata festiva, turno notturno, ecc.). Per “ora lavorativa (0-24)” si intende l’ora in cui è avvenuto l’infortunio. Esempio: il dipendente iniziava il turno di lavoro alle 8.00 e si è infortunato alle 11.00. L’ora lavorativa è la terza (3).
    • Certificati: eventuali certificati di malattia presentati dal dipendente. L’ID del certificato deve essere di 12 cifre e affinchè venga valorizzato nel telematico, è necessario che sia stata valorizzata la “data conoscenza datore” nella sezione “Altri dati”. La pratica di malattia che viene creata attraverso l’automatismo, tiene conto delle date di assenza e la data fine dell’evento di infortunio sarà quindi aggiornata in base all’assenza inserita nei certificati.
    • Causa e circostanza: descrizione della dinamica dell’incidente e delle sue conseguenze
    • Testimoni: Inserimento delle anagrafiche dei testimoni presenti al momento dell’infortunio
    • Veicoli: inserimento di eventuali veicoli, conducenti e proprietari dei veicoli coinvolti nell’incidente che ha causato l’infortunio
    • DPI: inserimento dei DPI indossati dal dipendente nel momento in cui è avvenuto l’infortunio. L’inserimento dei DPI deriva dall’anagrafica dei DPI già inseriti a sistema.
  • Sicurezza: in questa sezione vengono inseriti alcuni dati statistici per la gestione della sicurezza nei luoghi di lavoro. Da questa schermata l’utente ha la possibilità di inserire le entità, tra quelle già presenti in archivio, che hanno dato origine all’infortunio (attività, attrezzature, rischio). La voce “misure attuate” può essere spuntata quando, in conseguenza di tale infortunio, sono state attuate misure di miglioramento per il rischio/attività/attrezzatura che ha generato l’infortunio.
Dati retributivi

In questa sezione la procedura valorizza, ove possibile, i campi relativi alla retribuzione media  giornaliera composta da retribuzione mensile, imposto lavoro straordinario, importo ferie, festività e riposi compensativi e importo sulle mensilità aggiuntive. La sezione retribuzione media giornaliera espone i dati che verranno utilizzati per il calcolo della pratica di infortunio. Per una più dettagliata analisi della valorizzazione di questa sezione, si rimanda all’apposito documento.

Firmatario

In questa sezione deve essere configurato il firmatario della denuncia (datore, delegato o mandatario) con i relativi dati anagrafici. Ove il firmatario sia il datore di lavoro, i campi relativi all’anagrafica verranno valorizzati con i dati già presenti nell’archivio “Rappresentante Legale”.

Related Articles