Unità operative e unità produttive

Il Messaggio Inps n. 1444 del 31/03/2017 definisce e distingue i concetti di unità operativa e produttiva fornendo indicazioni sulle modalità di compilazione dell’elemento <UnitaOperativa> e <UnitaProduttiva> all’interno delle denunce UniEmens.

L’ Unità operativa costituisce il luogo dove si svolge stabilmente l’attività lavorativa di uno o più dipendenti (cfr. circ. n. 172/2010) ovvero la sezione produttiva aziendale avente caratteristiche di omogeneità.

L’ Unità produttiva si identifica invece con la sede legale, gli stabilimenti, le filiali e i laboratori distaccati dalla sede, che abbiano una organizzazione autonoma (cfr. circ. n. 9/2017). 

Costituisce quindi “Unità produttiva” lo stabilimento o la struttura finalizzata alla produzione di beni o all’erogazione di servizi che presenta congiuntamente i seguenti requisiti:

a)   autonomia finanziaria o tecnico funzionale;
b)   idoneità alla realizzazione dell’intero ciclo produttivo o una fase completa dello stesso;
c)  maestranze adibite in via continuativa.

Uniemens 

Obbligatorietà di compilazione:

A far data dalle denunce di gennaio 2016 è obbligatoria la compilazione dell’elemento <UnitaOperativa> anche in assenza di unità operative aziendali. Pertanto in presenza della sola sede principale di lavoro, coincidente o meno con la sede legale dell’azienda, nel flusso UniEmens il predetto elemento dovrà comunque essere valorizzato con il valore “0”.

A far data dalle denunce di marzo 2017 invece la compilazione dell’elemento <UnitaProduttiva> è obbligatorio anche in assenza di unità produttive aziendali. Anche in questo caso, in presenza della sola sede principale di lavoro, coincidente o meno con la sede legale dell’azienda, dovrà comunque essere valorizzato con il valore “0” nell’ambito del flusso UniEmens.

Linee guida:

Con valore “0” si identifica la sede di lavoro principale e con i valori crescenti da “1” e successivi vengono identificate le ulteriori sedi di lavoro diverse dalle sede principale e dalle precedenti.

Si possono riscontrare situazioni in cui un plesso aziendale costituisca al tempo stesso sia unità produttiva sia operativa (es. sede di lavoro principale, codice 0) e al contrario, situazioni in cui l’unità operativa differisce dall’unità produttiva (codice da 1 a seguire).

Riassunto esemplificativo: 
Il Messaggio Inps n. 1444 del 31/03/2017 riporta i seguenti esempi:

  •  Azienda con unica sede di lavoro: il lavoratore dovrà essere collegato a <UnitaOperativa> = 0 e <UnitaProduttiva> = 0;
  • Azienda con sede principale di lavoro + una unità produttiva (1) che costituisce al contempo Unità operativa (1):  il lavoratore operante presso la sede principale aziendale dovrà essere collegato a  <UnitaOperativa> = 0 e <UnitaProduttiva> = 0; il lavoratore operante presso l’unità operativa/produttiva dovrà essere collegato a <UnitaOperativa> = 1 e <UnitaProduttiva> = 1;
  • Azienda con sede principale di lavoro + una unità operativa (1) che non costituisce Unità produttiva: il lavoratore operante presso la sede principale aziendale dovrà essere collegato a  <UnitaOperativa> = 0 e  <UnitaProduttiva> = 0; il lavoratore operante presso l’unità operativa invece dovrà essere collegato a  <UnitaOperativa> = 1 e <UnitaProduttiva> = 0.

Configurazione nel software Paghe

FASE 1: CONFIGURAZIONE A LIVELLO AZIENDA
Dal Menù Archivi>Aziende>Unità operative Inps con la funzione “Nuova” si possono creare le unità operative e produttive seguendo le linee guida dettate dall’Inps come sopra specificate.

E’ necessario indicare:
1. Azienda;
2. Cod. Unità Operativa: cod. 0 se coincide con la sede oppure da “1,2,3 ecc”;
3. Descrizione identificativa;
4. Data inizio e fine validità;
5. Flag Unità Produttiva: indicare il valore 0 se l’unità è SOLO operativa; indicare il valore 1 se l’unità è al contempo produttiva e operativa.
– Se viene indicato il valore 0 si deve valorizzare anche il campo “Cod. Unità Produttiva” (es. 0 se coincidente con la sede legale);
– Se viene indicato il valore 1 si valorizza in automatico il campo “Cod. Unità Produttiva”, prendendo il medesimo n. codice 

Riassunto esemplificativo: 

Riprendendo gli esempi offerti dall’Inps nel Messaggio Inps n. 1444 del 31/03/2017 e riassunti nel paragrafo “Uniemens” le configurazioni software da adottare sono le seguenti:

  • Azienda con unica sede di lavoro: 

    SEDE UNICA
    Campo Cod. Unità Operativa: valorizzare con “0”
    Campo Flag Unità Produttiva: valorizzare con “1”
    Campo Cod. Unità Produttiva: valorizzare con “0”
  • Azienda con sede principale di lavoro + una unità produttiva (1) che costituisce al contempo Unità operativa (1):  

    SEDE PRINCIPALE UNITA’ PRODUTTIVA  E OPERATIVA
    Campo Cod. Unità Operativa: valorizzare con “0” Campo Cod. Unità Operativa valorizzare con “1”
    Campo Flag Unità Produttiva: valorizzare con “1” Campo Flag Unità Produttiva: valorizzare con “1”
    Campo Cod. Unità Produttiva: valorizzare con “0” Campo Cod. Unità Produttiva: valorizzare con “1”
  • Azienda con sede principale di lavoro + una unità operativa (1) che non costituisce Unità produttiva: 

    SEDE PRINCIPALE E UNITA’ PRODUTTIVA UNITA’ OPERATIVA NON PRODUTTIVA
    Campo Cod. Unità Operativa: valorizzare con “0” Campo Cod. Unità Operativa: valorizzare con “1”
    Campo Flag Unità Produttiva: valorizzare con “1” Campo Flag Unità Produttiva: valorizzare con “0”
    Campo Cod. Unità Produttiva: valorizzare con “0” Campo Cod. Unità Produttiva: valorizzare con “0”


FASE 2: CONFIGURAZIONE A LIVELLO DIPENDENTE
Dal Menù Archivi>Dipendenti>Posizioni contributive>Inps>Codici identificativi selezionare all’interno del campo “Unità operativa (Inps)” il valore dell’unità operativa presso cui il lavoratore presta attività lavorativa.

Related Articles